>>torna indietro<<

"Un pane per un fratello"

“Un cordiale saluto da Betlemme alla direzione e ai lettori della “Voce del Logudoro”. Ai saluti aggiungo un ringraziamento da estendere a tante altre persone per l’aiuto dato all’opera salesiana “Gesù Bambino” di Betlemme, che dalla sua fondazione nel 1863 ad oggi continua la sua missione, in vari modi, a servizio della popolazione di Betlemme e dintorni. Parlando di aiuto, mi riferisco esplicitamente alla vendita che si è fatta nelle settimane scorse nelle parrocchie del Goceano, di oggetti di artigianato in legno d’ulivo, madreperla e ceramica prodotti nel Centro Artistico Salesiano di Betlemme dai nostri istruttori e apprendisti. Il ricavato va soprattutto ad alimentare il fondo che ci permette la distribuzione gratuita giornaliera di pane a famiglie particolarmente bisognose e ad aiutare i nostri alunni a sostenere le spese degli studi. Un grazie particolare ai Rev.di Parroci e ai loro collaboratori!”

Con queste parole don Nicola Masedu, sacerdote salesiano di Bono che opera a Betlemme, ringrazia tutte le persone che con un piccolo gesto hanno contribuito a una grande gara di solidarietà.

L’Opera Salesiana “Gesù Bambino” di Betlemme svolge attività molteplici in diversi campi:

            La Chiesa del Sacro Cuore: essa accoglie ogni domenica decine di famiglie, come  segno manifesto della presenza di Cristo in Terra Santa.

            La Scuola Tecnica Salesiana, nata come scuola di Arti e Mestieri, dapprima riconosciuta dalle autorità Giordane e poi dall’Autorità Palestinese. Oggi è un centro professionale di educazione secondaria che offre due tipi di percorsi formativi:

·        La maturità tecnica superiore con tre specializzazioni: Elettricità, Meccanica-tornitura, Radio/TV.

·        Corsi di formazione e aggiornamento professionale per adulti e studenti non diplomati, della durata di un anno, in varie discipline: elettricità, elettronica, falegnameria, PLC, CNC, meccanica per auto.

Complessivamente la scuola ospita, quest’anno, 284 ragazzi, sia Cristiani che Musulmani.

            La scuola è dotata di strutture importanti, come la recente aula multimediale, donata dalla regione Lazio, che consente l’utilizzo dei moderni software applicativi nelle varie materie tecniche.

            Il Centro Artistico, che è di fatto un dipartimento specializzato della Scuola Tecnica, che offre ai giovani un’opportunità formativa nel settore dell’artigianato artistico: legno d’olivo, ceramica e madreperla. Accoglie quest’anno una quindicina di ragazzi/e  per un corso biennale di disegno e pratica nei laboratori. In occasione della visita di Benedetto XVI nel maggio dell’anno scorso, il Centro Artistico ha avuto l’onore di produrre i candelabri in madreperla e legno d’ulivo usati per la celebrazione eucaristica a Betlemme.

            L’Oratorio, frequentato da centinaia di giovani, offre la possibilità di svolgere molte attività educative e ricreative: rappresentazioni teatrali, tornei sportivi, gruppo scout, eventi musicali e corali. Il gruppo ricreativo estivo vede impegnati oltre 50 animatori per la gioia e il divertimento di più di 300 bambini.

            Il Forno, fondato agli inizi dell’opera per il sostentamento materiale degli orfani ospitati, e per servizio a varie comunità religiose e alla popolazione, è stato di grande aiuto durante l’assedio di Betlemme del 2002, grazie alla produzione continua di pane anche durante i 42 giorni d’assedio. Ancora oggi contribuisce al sostegno delle famiglie più indigenti, grazie alla distribuzione gratuita a circa 200 nuclei familiari.

            Il Museo Internazionale della Natività: inaugurato nel Natale 1999, ideato e promosso dal dott. Alfredo Troisi, in seguito alla seconda Intifada è rimasto chiuso per diversi anni. Si apre su richiesta di gruppi che chiedono di visitarlo, ma si sta programmando la sua apertura permanente.

Quanto descritto costituisce il campo di attività dei Salesiani di Betlemme e dei loro collaboratori. Fondamentale è il ruolo dei tanti benefattori che sostengono queste attività in diversi modi, oltre che con la preghiera: offerte in denaro, macchinari, materiale vario e volontariato. 

                                                                                                          Da "Voce del Logudoro" di Dora Virdis

Un pane per un fratello 001
Un pane per un fratello 002
Un pane per un fratello 003
Un pane per un fratello 004
Un pane per un fratello 005
Un pane per un fratello 006
Un pane per un fratello 007
Un pane per un fratello 008
Un pane per un fratello 009
Un pane per un fratello 010
Un pane per un fratello 011
Un pane per un fratello 012
Un pane per un fratello 013
Un pane per un fratello 014
Un pane per un fratello 015
Un pane per un fratello 016
Un pane per un fratello 018
Un pane per un fratello 019
Un pane per un fratello 020
Un pane per un fratello 021
Un pane per un fratello 022
Un pane per un fratello 023
Un pane per un fratello 024
Un pane per un fratello 025
Un pane per un fratello 026
Un pane per un fratello 027
Un pane per un fratello 028
Un pane per un fratello 029
Un pane per un fratello 030
Un pane per un fratello 031
Un pane per un fratello 032
Un pane per un fratello 033
Un pane per un fratello 034
Un pane per un fratello 035
Un pane per un fratello 036
Un pane per un fratello 037
Un pane per un fratello 038
Un pane per un fratello 039
Un pane per un fratello 040
Un pane per un fratello 041
Un pane per un fratello 042
Un pane per un fratello 043
Un pane per un fratello 044
Un pane per un fratello 045
Un pane per un fratello 046
Un pane per un fratello 047
Start slideshow
Generated by iWebAlbum
loading