Il sig. Victor, direttore del nostro Centro Artistico, con Jagoda Suwinnska, polacca volontaria del VIS e nostra collaboratrice, studiano un progetto, tenendo conto della richiesta e suggerimenti di P. Jerzy Kraj, Guardiano del convento francescano di Betlemme, per fare sette candelieri che saranno posti sull'altare al quale il Papa celebrerà la s. messa in Piazza della Natività. I candelieri saranno in legno rivestito completamente di madreperla. Il "tronco" è a forma di piramide a base triangolare, sormontata da un "piattino" rivestito sotto di madreperla bianca e sopra con madreperla policroma col disegno della stella a 14 punte come quella che nella Grotta indica il luogo della nascita di Gesù. Uno dei candelabri differisce. Si vedono nelle foto i nostri giovani col loro istruttore che lavorano la madreperla. Anche Jagoda ha imparato a maneggiare il trapano a punta sottile e fa alcuni disegni in rilievo sulla madreperla. C'è un'altra ragazza del VIS, Sara Faustinelli che segue e consiglia come fare certe cose, soprattutto da un punto di vista estetico. Ho fotografato anche qualche conchilglia grezza per aver un'idea da dove proviene la madreperla. La conchiglia viene ridotta a rettangolini, o triangolini, questi vengono levigati e preparati nella misura richiesta: un lavoro paziente e, secondo me, anche snervante........
In queste foto vedrai suor Carmen e suor Teresina che passano davanti al palazzo "Peace Centre" davanti al quale si prepara il grande palco con l'altare per la messa di domani. Vedrai la strada di Gerusalemme con bandiere vaticane e israeliane, poi addobbi a Betlemme con festoni vari di benvenuto al Papa. Il pane l'ho fotografato, appena
sfornato, ieri mattina alle 5.40: don Jacques Amateis l'ha portato in Nunziatura e lo hanno servito a pranzo. Don Jacques sedeva di fronte al Papa due posti a destra rispetto
al centro della tavola (erano in dodici a tavola) e mi ha detto che il Papa ha mangiato il nostro pane con gusto, ma non gli era stato detto che era stato preparato nel nostro
forno, glielo diranno comunque nei prossimi pasti (sono stati preparati 250 panini che, una volta conservati in freezer e poi tolti e riscaldati tornano come se fossero sfornati da poco).
Quello più anziano è il sig. Victor, direttore del Centro Artistico Salesiano, l'altro meno anziano è il sig. Salim 'Atiq istruttore per la lavorazione della madreperla, gli altri sono i ragazzi che hanno lavorato per giorni mattina e sera: abbiamo consegnato tutto in tempo, portando i candelieri alla chiesa di Santa Caterina dove i due frati fratel Giorgio (Nigeriano) e fratel Anania (polacco) li hanno presi in consegna. Erano molto contenti e non si aspettavano tanto!!! Meglio così! Dopo la messa forse riprenderemo i candelieri per fotografarli ancora meglio e metterli sul catalogo... vedremo come andrà a finire... Grandissima parte del merito va a Jagoda, la nostra  volontaria polacca del VIS: è lei che ha tradotto in pratica un abbozzo di progetto proposto da P. Giorgio, il Padre Guardiano del convento francescano, disegnando e componendo i vari ornamenti...

Un abbraccio a tutti, d. Nicola