LOTRIA 

La cittadina di Lotria sorgeva di fronte al Monte Rasu, oltre la media valle del Tirso, al ridosso del primo contrafforte dei monti del nuorese.

La superficie occupata dalla cittadina si può, anche oggi, stabilire dall'ubicazione delle antiche chiese, che la filiale devozione dei fedeli bonesi ha conservato tutt'ora in vita. Le Chiese esistenti sono dedicate a Santa Restituta, San Ambrogio, San Nicola, Santa Barbara e San Gavino.

Ben poco si sa di questa cittadina, storia costruita un dalle leggende e dai racconti tramandati di padre in figlio. Si dice che la zona in cui sorgeva Lotria fosse particolarmente mal sana. Tradizione sostiene infatti che la città di venne colpita da una tremenda pestilenza che costrinse la maggior parte dei pochi superstiti ad abbandonare Lotria e a trasferirsi in una zona più sicura.

Denominarono la nuova zona Bidda Sana (paese salubre).

La prima casa sorse nell'odierno rione Addae e' Riu (al di la del fiume) dove ben presto aumentarono il numero delle case. Ebbe così origine Bono

 

Ritorna alla home