ITTIREDDU FESTA DEGLI INCONTRI A.C.R.

 

Quest’anno è stata la volta della comunità di Ittireddu ad accogliere circa 400 persone, fra bambini, giovani e adulti di Azione Cattolica, per celebrare tutti insieme la” Festa degli Incontri “diocesana a livello unitario. Il sole che ci ha accompagnato fin dal mattino ha contribuito a renderla ancora più speciale.

Ma dico secondo voi il gruppo acr di Bono poteva mancare a quest’appuntamento?? Certamente no, infatti era li, presente all’appello delle parrocchie e come sempre anche il gruppo più numeroso.

 

Arrivati ad Ittireddu c’è stato il momento dell’accoglienza, la registrazione dei gruppi, e la colazione.

Successivamente il gruppo animazione, salito sul palco allestito nel cortile della scuola, ha animato la piazza con i bans tipici dell’ acr  e gli animi hanno cominciato a riscaldarsi e ad entrare nel clima gioioso della festa.

 

Intorno alle dieci e trenta è iniziato il percorso a tappe per le vie del paese guidato dal settore giovani, accompagnato da canti festosi, e dalla lettura di tre brani incentrati sulla vita della beata Antonia Mesina.

 

Arrivati in chiesa la celebrazione eucaristica è stata presieduta da don Roberto assistente diocesano dell’acr e da don Pigi parroco di Ittireddu. Durante l’omelia don Roberto ha interrogato i bambini con domande inerenti il vangelo appena letto, e sul Chi erano andati ad incontrare……. “Gesù misericordioso sempre pronto ad accoglierci fra le sue braccia come un buon  Padre”.

 

Finita la santa messa ci siamo trasferiti nel cortile adiacente la scuola, e qui abbiamo consumato il pranzo. Gioco libero per i bambini fino alle tre, e poi grande festa di gioco e musica all’insegna del divertimento. Per l’ambientazione dei giochi si è creato un luna park con degli “stand” in cui i bambini potevano partecipare iscrivendosi con una quota simbolica di 0,50 cent, il ricavato della giornata come loro già sapevano è stato destinato alla popolazione terremotata dell’Abruzzo. In merito a questo abbiamo avuto la possibilità di ascoltare la testimonianza di Alessandro Nemano che in quei luoghi è andato come volontario. Sicuramente abbiamo trascorso una giornata sotto il segno dell’allegria.

 

 

 

Peccato che il nostro Vescovo cosi tanto atteso dai bambini non era presente, (sicuramente avrà avuto i suoi buoni motivi), a vederli giocare e divertirsi come solo loro sanno fare,…….. non disperate bambini chissà che la prossima volta sia quella giusta!

Necessari alcuni ringraziamenti, alla comunità di Ittireddu , nella figura delle educatrici e animatrici acr e in quella di don Pigi per la bellissima accoglienza che ci hanno riservato, al mitico assistente diocesano don Roberto, instancabile e solare come sempre, a tutti noi educatori e animatori, ai bambini, ai ragazzi, e adulti di ac, facciamoci un applauso una volta tanto senza modestia, credo proprio che lo meritiamo.                        (Maura)